Nelle nostre consulenze ci è capitato spesso di visionare siti web che non rispecchiavano per nulla l’azienda del nostro cliente. In alcuni casi, era come vedere l’ombra di un passato che non esiste più; in altri, sembravano proprio due realtà diverse.

Il tuo sito deve essere coerente con il tuo messaggio, la tua offerta e il tuo posizionamento. Altrimenti, non serve a nulla essere online, né tantomeno investire in advertising per portare contatti alla tua piattaforma.

Si deve essere qualcosa, per essere capaci di fare qualcosa.
Johann Wolfgang von Goethe

Un problema comune a numerose aziende è che la loro vetrina web non è aggiornata, magari anche da anni.
Per capire meglio di cosa stiamo parlando fai questo test: dai un occhio agli Analytics del tuo sito e alle pagine più cliccate.
Se gli utenti atterrano su vecchi articoli del blog che parlano di un servizio che non eroghi da tanto tempo, o sulla scheda di un prodotto che non vendi più, potrebbero essere confuse, di certo deluse, e non vorranno acquistare i tuoi prodotti o servizi.

Ti rispecchi in queste descrizioni? Allora oggi ti aiutiamo a ragionare su come fare in modo che il tuo sito parli davvero di te.

Prenditi cura dei tuoi contenuti

I contenuti del tuo sito sono la cosa più importante che hai. Parlano di te e avvicinano (o, nel peggiore dei casi, allontanano) le persone che hanno bisogno del tuo prodotto o servizio.
Per questo, devi averne cura, e se ti rendi conto che non ti rispecchiano più, è il momento di prenderli in mano e selezionare cosa tenere e cosa buttare.

Il momento può arrivare quando devi affrontare un rebranding totale del tuo marchio, e quindi rifare tutta la tua identità, oppure devi solo revisionare i singoli contenuti.

Cos’è e come si costruisce una Brand identity

È il momento di metterti di fronte al tuo sito e, pagina per pagina, comportarti come al cambio dell’armadio: questo lo tengo così com’è, questo lo butto, questo magari lo porto dal sarto e lo faccio sistemare.

Due delle sezioni più importanti di un sito e, spesso, quelle più trascurate, sono l’About page e le Sales page. Cioè, la pagina “chi siamo” e quelle in cui presenti i tuoi prodotti. Vediamo insieme come migliorarle.

L’About page

Questa è quasi sempre la pagina più cliccata dopo l’homepage, e la prima a cui mettere mano quando fai la revisione dei contenuti.

L’About page serve a vendere te stesso, a far capire al tuo potenziale cliente che sei il professionista giusto per lui, a differenziarti dai tuoi concorrenti. E chi arriva nel tuo sito deve capire subito che si può fidare di te e acquistare i tuoi prodotti.

Partiamo da cosa non deve essere l’About page:
– il copia-incolla del tuo curriculum;
– una pagina piena di termini vuoti come “leader di settore”, talmente abusato che ormai ha perso di ogni significato. Se siamo tutti leader di settore, forse non lo è più nessuno?;
– un racconto della tua vita personale: prima devi dare le informazioni professionali, che sono la cosa che interessa ai tuoi clienti, e solo poi puoi aggiungere dei dettagli della tua vita privata, ma solo se sono coerenti con i tuoi obiettivi e il tuo target. Ad esempio, se sei una cake designer e nel tempo libero dipingi acquerelli, il tuo pubblico saprà che hai un’ottima mano e che le decorazioni delle tue torte saranno davvero belle.

Chi sei, cosa fai, per chi lo fai e quali sono i tuoi punti di forza: ecco le informazioni fondamentali che devi inserire nella tua About page.

Le sales page

 

Immaginiamo che tu abbia il prodotto più innovativo del mondo, ma non riesci a parlarne nel modo giusto, o alle persone giuste. Oppure, addirittura, non ne parli, perché nel tuo sito non hai previsto una sezione dedicata.

Come vendere il tuo prodotto a più persone

Cosa ci dev’essere, allora, in una sales page che ti aiuti a vendere?
Ecco, in sintesi, cosa non può mancare:

1. La descrizione dei bisogni del target a cui il tuo prodotto risponde;
2. La descrizione accurata del tuo prodotto;
3. I vantaggi del tuo prodotto, quella che in gergo si chiama la value proposition. Come fa il tuo prodotto o servizio a soddisfare il desiderio del tuo cliente, a colmare una lacuna, a risolvere un problema? Qual è quella caratteristica che i prodotti della concorrenza non hanno e per cui i clienti devono scegliere il tuo? Questa è la cosa più importante, quella intorno alla quale dovrà ruotare tutta la sales page;
4. Altre informazioni accessorie: c’è la possibilità di avere la spedizione gratuita? Con quali corrieri lavori? Il servizio è disponibile sempre o solo in alcuni momenti dell’anno? Altri clienti hanno già lasciato delle recensioni?

Chiara, breve e allineata al tuo tono di voce: ecco come dev’essere la sales page.
Non esagerare con termini difficili, non scriverla come se parlassi agli addetti ai lavori, ma pensa a chi atterra nel tuo sito e non sa nulla del tuo prodotto o servizio, non ti conosce, forse non sa nemmeno di avere quel bisogno specifico. Insomma, parla al più asino della classe 😉

Vuoi stendere una strategia per il tuo sito web affinché parli davvero di te e della tua azienda?
Contattaci, e ne parleremo insieme.